venerdì 26 maggio 2017

SEDRIANO Post fascista, il vicesindaco Rossi: "Non capisco l'insistenza ossessiva di SdS per un post creato presumibilmente ad arte per danneggiare la mia immagine"

Davide Rossi
Sinistra di Sedriano non si arrende. Sì,  insiste che il vicesindaco Davide Rossi si dimetta per le sue (presunte) condivisioni fasciste su Facebook. Troppo dal suo punto di vista che continui a fare finta di niente, visto, a suo giudizio, che ai suoi inviti di farsi da parte o di denunciare le intrusioni sul suo profilo Facebook non ha battuto ciglio. "Non capisco -puntualizza Rossi- l'insistenza ossessiva di SdS. Non ho denunciato la violazione al mio profilo, perché di questo si tratta, in quanto non mi è possibile dimostrare la circostanza. Cosa denuncio se non ho alcun elemento in mano, visto che il post è sparito? In ogni caso ribadisco la mia distanza dalla propaganda fascista. A questo punto mi viene da pensare che sia stato creato ad arte un Gif per violare il mio profilo e danneggiare la mia immagine.
Spero che SdS ne prenda atto di ciò e moduli diversamente la sua opposizione". Ma Sds se la prende anche con il sindaco Angelo Cipriani che non è intervenuto. "Come mai il sindaco non prende nettamente -e pubblicamente- le distanze dalla triste vicenda di Rossi? Certamente, visto il suo (doppio) ruolo di pubblico ufficiale ci saremmo aspettati un intervento netto e preciso, ma così non è stato. E allora, potrebbe essere (come tutti sanno e da lui dichiarato) che i suoi trascorsi di voto per la destra, lo condizionino? Forse condivide il fatto? Mah! Oppure -come il suo vice- crede che il fatto passi nel dimenticatoio non parlandone… Eh no, cari 'stellari con lo sguardo nel futuro', qui nessuno dimentica niente e forse converrà che riflettiate meglio sull’atteggiamento da tenere. Ricordiamo, per correttezza, che il fascismo non è opinione". 

Nessun commento :

Posta un commento